Storia della Scienza e della Tecnica. Dr Anna Toscano PhD

Filosofia e Scienza in Calabria nel ‘600. Dal rinascimento angioino all’oblio iberico

Dr. Anna Toscano PhD

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10

Con tali premesse piuttosto che soffermarsi sull’analisi delle idee che agitarono questi “esuli”, sembrerebbe al contrario necessario posare lo sguardo sulla situazione politico-culturale del territorio calabrese, ed in particolare di Cosenza, dato il tema del Convegno, durante quegli anni per registrare l’impatto che le idee del tempo ebbero su questa regione e come la cultura del luogo reagì alla nascita delle nuove idee, alle quali la storiografia avrebbe dato il nome di Rivoluzione Scientifica.
In particolare sarebbe opportuno domandarsi quali furono i motivi legati all’assetto economico-sociale e politico della Calabria di quegli anni che obbligarono i suoi “ingegni” a lavorare fuori dal suo territorio; chiedersi quale fosse il tessuto connettivo della città di Cosenza e del suo comprensorio, territorio nel quale nacquero e si formarono la maggior parte delle “menti” del tempo ale quale si è fatto cenno; quali le ragioni economiche e dunque politiche, i mercati, i contatti, gli interessi commerciali, le tecnologie impiegate, le strategie, che entrarono in gioco tra il 1540 ed il 1640, ossia nell’arco temporale preso in esame e che determinarono l’allontanamento dalla Calabria delle sue intelligenze.

Nel proporre una tale possibilità di lettura, che possa suggerire una futura prospettiva di eventuali ampliamenti della ricerca, è opportuna una breve postilla, dato anche il carattere divulgativo del Convegno, su cosa si intese, al suo apparire in Europa, col termine scienza.
Il nostro tempo accomuna sotto l’insegna della scienza civiltà lontane fra loro nello spazio e per tradizione culturale differente: le discipline scientifiche sono studiate nelle scuole di tutto il mondo su testi omogenei e l’attività dei ricercatori è calmierata da un ethos condiviso dall’intera comunità di scienziati, che, nei limiti delle prevedibili eccezioni verificatesi nel tempo e presumibilmente ancora possibili, libera la ricerca da ogni sorta di vincolo razziale, politico o religioso, sancendo il possesso del patrimonio delle scoperte scientifiche, all’intera umanità.

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10


©Dr. Anna Toscano Ph.D.
Tutti i diritti riservati
Vietata la riproduzione anche parziale, con qualsiasi mezzo, non autorizzata


Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!